Sono cattolica, ho 52 anni e due figli, e sono entrata in politica proprio per aiutare i più fragili nella società.

Tutti possiamo trovarci nella vita in un momento di fragilità. Per questo mi impegno a creare strumenti e progetti di sostegno per chi si trova in queste situazioni.

Da diversi anni ho a cuore la qualità della vita delle persone non vedenti e ipovedenti della mia città per le quali sono impegnata con diverse attività di volontariato.

Ho organizzato la mostra 'Sesto senso' dello scultore non vedente Felice Tagliaferri, che ha portato all'attenzione di tutta la società il sacrosanto diritto di chi non vede all'accesso tattile alle opere d'arte.

A dicembre 2017, ho offerto il Concerto di Natale agli ospiti della Casa di risposo dell'Istituto dei ciechi, con il tenore Rodolfo Maria Gordini.

Fatti importanti, ma gocce nel mare delle giuste aspettative sul piano umano e sociale delle persone più fragili della nostra società. Tra le più importanti, c'è la domanda di lavoro.

Prima che iniziasse la campagna elettorale, ho avviato con lo stilista Nicola D'Errico il progetto pilota dei laboratori artigianali per i disabili visivi. Il mondo della moda ha bisogno di capacità artigianali che possono consentire una piena realizzazione creativa ed economica.

Mi batto per una Regione che riconosca a tutti nei fatti la dignità di persona e di cittadino.

Rilancerò il progetto “Vigile di quartiere per le strade e in farmacia” perché la presenza di un pubblico ufficiale che possa dare consigli e indirizzare il cittadino sarebbe una risposta semplice e pratica al generale senso di abbandono da parte della pubblica amministrazione che avvertiamo.

Sostengo la difesa della vita fin dal concepimento, la famiglia nella sua forma tradizionale, la libertà di cura contro l'obbligo vaccinale; le Forze dell'Ordine che rischiano la vita per salvare le nostre; sono decisamente contro “l'utero in affitto” e sul fronte della tutela della salute, mi impegno a garantire una rete di assistenza socio sanitaria anche a domicilio per le persone svantaggiate.

Amo la musica e voglio che siano valorizzate le migliori tradizioni musicali italiane e il nostro 'bel canto', che all'estero ha grande successo mentre in Italia è trascurato.

Ho dimenticato qualcosa?

Ecco il mio numero di telefono: 331-752-7141

Aspetto i vostri suggerimenti.

Il 4 marzo per il Consiglio regionale della Lombardia, circoscrizione di Milano e provincia, votate per me. Perché lavorerò con voi, per voi e per tutti noi, per una regione più attenta ai nostri bisogni.

Ogni promessa è un debito